Isole Borromee

Isola Bella, Isola Madre e Isola dei Pescatori

Le isole Borromee sono un piccolo arcipelago situato nel Lago Maggiore (golfo Borromeo), tra le città contrapposte di Stresa e Verbania. Comprende l’isola Bella, l’isola Madre e l’isola dei Pescatori.

La storia della Isole Borromee, ha origine nel quattordicesimo secolo, quando la famiglia Borromeo, i potenti signori locali originari della Toscana, divennero proprietari delle isole e ne crearono maestosi palazzi e giardini.

Isole Borromee

Isole Borromee Lago Maggiore

Isola dei Pescatori

L’isola dei Pescatori (o isola Superiore) è l’unica isola non posseduta dalla famiglia Borromeo ed è abitata stabilmente da circa 100 persone che vivono di pesca e turismo. Sull’isola dei pescatori è possibile pranzare nei tipici ristoranti con vista lago, scoprire insoliti vicoletti o ammirare l’artigianato locale nei piccoli mercatini.

Le tipiche casette dell’isola, dati i ridotti spazi, si sono sviluppate in altezza e lunghi balconi ne caratterizzano l’architettura. Sull’isola è presente anche la chiesa di San Vittore, risalente all’undicesimo secolo e con decori del cinquecento e del seicento.

Isola Bella

L’isola Bella, chiamata anticamente isola Isabella in onore della moglie di Carlo Borromeo III, ospita un imponente palazzo del seicento e un maestoso giardino all’italiana in stile barocco. A Palazzo Borromeo è possibile visitare i saloni con i dipinti, le camere con mobili e gli arazzi, le grotte a mosaico con pietre e conchiglie, le statue e i giochi d’acqua.

Il giardino che si compone di dieci terrazzamenti che digradano verso il lago e sono considerati ad oggi tra i più belli d’Europa. La grande varietà di piante esotiche presenti sull’isola Bella e i pavoni che in libertà popolano i giardini, creano un connubio perfetto tra arte e natura.

Isola Madre

L’isola Madre, è la più grande delle isole Borromee e si caratterizza per l’atmosfera silenziosa e incantata che si respira. Ospita una bellissimo palazzo settecentesco con arredi, tele e sculture d’epoca, sale e saloni, una collezione di bambole, tre teatrini delle marionette e degli orrori e una cappella.

Ma ciò che più di tutto sorprende sull’isola Madre, sono i maestosi giardini con oltre duemila specie di piante diverse, alcune molto rare, provenienti dal tutto il mondo, che regalano grandi fioriture da aprile a ottobre. Il naturalista francese Flaubert definì l’isola Madre: un vero paradiso terrestre. In questa atmosfera tropicale, in cui flora e fauna coesistono, vi sono diverse specie di volatili, tra cui pavoni bianchi, pappagalli e fagiani che vivono in libertà nei giardini.

Isola Madre

Isola Madre Lago Maggiore

Le isole Borromee sono raggiungibili attraverso il servizio di navigazione laghi, con partenza dalle principali località del Lago Maggiore: Stresa, Baveno, Pallanza, Arona, Canobbio e Locarno. Le corse dei traghetti, hanno una frequenza di 30 minuti.

Apertura 2019: Dal 22 Marzo al 20 ottobre.

Orari: Dalle 9:00 alle 17:30 (Ultimo Ingresso).

Costo del biglietto: a partire da € 5,50 – I biglietti d’ingresso per i palazzi delle “due sorelle”: l’isola Bella e l’isola Madre, sono acquistabili direttamente presso la reception dell’hotel. Per ulteriori informazioni, utilizza la pagina contatti o chiedi maggiori dettagli in reception.